Previdenza integrativa: 24 aprile 2008, diritto alla portabilità


Con un documento sottoscritto il 24 aprile 2008 presso il ministero del lavoro, Abi, Ania, Assogestioni, Assofondipensione e Assoprevidenza hanno fissato le linee guida sul diritto di portabilità. Questo è il diritto che si matura decorsi due anni dall’iscrizione a una forma pensionistica complementare, periodo che rappresenta un minimo vincolante (per FondInps il minimo di iscrizione è di un anno). Tale diritto garantisce ai lavoratori la piena facoltà di trasferire l’intera posizione individuale (equivale al totale delle risorse accantonate nel fondo per tfr, contributi e rendimenti) da una forma pensionistica a un’altra.

Il diritto di portabilità è esente anche da imposizione fiscale