Impresa, passaggio generazionale e Patto di famiglia


L’Italia vive una realtà, come risaputo, di piccola e media imprenditoria.
Non a tutti però balza all’occhio che circa il 70% delle imprese non vive più di due generazioni. Ecco che risulta importante il passaggio generazionale dell’azienda, soprattutto per gli interessi familiari, dove fondamentale è la ripartizione tra chi rimane nell’impresa e chi no.
A risolvere questo problema soccorre la recente introduzione del Patto di famiglia; questo dà all’imprenditore la facoltà di designare uno o più eredi per attibuire in proprietà azioni o quote dell’impresa, però con la paritetica attribuzione di beni diversi, ai non assegnatari, pena la nullità degli stessi.
A supporto di questa pratica si sono fatte spazio forme di coperture assicurative per gli eredi non oggetto di attribuzione di quote o azioni dell’azienda.