Banche Centrali in Europa: politiche differenti


Le riunioni della Banca Centrale d’Inghilterra e della Bce hanno delineato le strategie dei prossimi mesi; la prima ha deciso di tagliare il costo del denaro di 25 pb al 5,5% mettendo in evidenza i rischi di frenata per l’economia, la seconda ha preferito lasciare i tassi d’interesse invariati al 4% dando maggiore peso alle tensioni inflazionistiche. L’impatto sul mercato valutario è stato quello di far tracciare per l’euro quota 1,46 contro il dollaro.