RAPPORTO CONSULENZIALE, per scelte consapevoli e condivise!


Con questo articolo mi rifaccio e integro quanto ho già scritto a vario titolo in precedenza, con la speranza di trasferire in un modo il più possibile chiaro come svolgo normalmente la mia professione.

In tutte le professioni è dimostrato a livello internazionale che il rapporto consulenziale è l’unico modo per raggiungere il miglior risultato, tanto più nel rapporto tra istituzione finanziaria e cliente.
Io svolgo il mio lavoro secondo questa filosofia, in modo da far raggiungere ai miei clienti i loro desideri, in modo consapevole, potendo ragionare con loro secondo un quadro d’insieme e ponendoli nella condizione di scegliere, sempre, per raggiungere la massima soddisfazione.

Sicuramente è capitato a tutti di uscire di casa e venire attratto, davanti ai negozi, da quelle cose, al punto da acquistarle, sicuramente molto belle, ma più di una volta è tornato con l’ennesimo capo, del colore preferito, ma se avessimo riflettuto un po’, non era poi così necessario, di quel colore o di quel tipo, perché ne abbiamo già uno, due! …

Questo esempio ci aiuta a capire qual è il mio ruolo, vicino al mio cliente;
metterlo, quindi, in condizione di scegliere, in modo consapevole, senza duplicazioni, per raggiungere la Sua massima soddisfazione, nelle tante cose della vita, in cui il suo risparmio ne è l’artefice.
Dico così, perché il risparmio non è altro che la differenza tra E (entrate) – U (uscite), dove per uscite intendo dire, ciò che serve per mangiare, per vestirsi, per andare in vacanza, ecc…

E’ per questo che lavoro con il mio cliente come fosse un’azienda!

Credo sia perfettamente condivisibile che l’azienda raggiunge più facilmente i suoi budget di vendite e guadagna più ampie quote di mercato è quella ben organizzata e non quella la cui gestione è lasciata all’improvvisazione o alle scelte inconsapevoli e non pianificate!
Sbaglio?

Quindi, come l’azienda stabilisce cosa vuole vendere, in che quantità e in quanto tempo, dopo aver capito quali sono le risorse finanziarie cui può far fronte …
così noi stabiliremo quali sono i Suoi desideri e quelli della Sua famiglia, quando vuole realizzarli e dopo aver analizzato il suo risparmio attuale e futuro, (E-U) come abbiamo visto prima, costruiremo un progetto, con un quadro d’insieme, ottimizzando le sue risorse e mettendola in condizione di scegliere, soprattutto con quale priorità raggiungere i suoi desideri, per raggiungere la massima soddisfazione compatibile, con le disponibilità presenti e future.

Per avere ciò che ho detto, è la metologia consulenziale che ci consente di raggiungere il miglior risultato, così come riconosciuto da tutti i maggiori esperti a livello internazionale!

Vediamo come lavoro con tutti i miei clienti!
Ci sono tre momenti: …

LA CONOSCENZA
Raccoglieremo in un suo dossier personale e ben organizzato, in maniera semplice e veloce, tutti quegli elementi relativi a:
a. la sua FAMIGLIA
b. la PREVIDENZA
c. la BANCA
d. gli INVESTIMENTI
e. i DESIDERI, di cui parlavamo prima
f. le sue E/U attuali e future

Poi questi elementi servirà portarli a una fase di

STUDIO
che svolgerò insieme a un team di colleghi che si occupano soltanto di fare questo; in quella sede, in forma totalmente anonima, verranno scelte le soluzioni di natura assicurativa, finanziaria e di liquidità che il mercato dispone, secondo una logica di qualità, potendo scegliere tra migliaia di soluzioni di primario interesse nazionale e internazionale assicurate dal nostro Gruppo, per realizzare tutto quello che nella fase di CONOSCENZA abbiamo analizzato; ovviamente se i dati su cui ragionare sono sufficientemente semplici, possiamo trovare le giuste soluzioni anche durante il primo incontro.

APPLICAZIONE della SOLUZIONE
Una volta trovato tutto ciò che realizza la sua massima soddisfazione dimostrata nella raccolta delle informazioni, questo terzo momento si configura come una formalità, in quanto sarò da Lei con tutto ciò che serve, per raggiungere i suoi obiettivi;
dopo aver condiviso con lei i dettagli del Suo Progetto Personale, basterà dar luogo con la sottoscrizione, al risultato di un così accorto lavoro, per annoverarla tra i miei clienti.

2 thoughts on “RAPPORTO CONSULENZIALE, per scelte consapevoli e condivise!

  1. Anonymous ha detto:

    Una cosa non mi è chiara. La tua remunerazione si basa sulla qualità e quantità dei contratti che fai sottoscrivere ai tuoi clienti o dalle parcelle che essi ti pagano per la prestazione consulenziale? Ovvero, vendi prodotti o i tuoi consigli?

  2. F.P. ha detto:

    Attualmente il mio rapporto con la clientela non prevede un esborso di denaro da parte del cliente direttamente a me, questo è deontologicamente e giuridicamente sanzionato.
    A pagare me è l’istituzione finanziaria per cui lavoro, in quanto il mio rapporto è di esclusività verso l’istituto per cui lavoro,in senso giuridìco.
    Il mio cliente però, tramite quanto ho espresso nell’articolo, può accedere a un folto numero di case di gestione nazionali e internazionali.
    Per sintesi e per ricalcare la tua domanda ti dico che vendo prodotti secondo una logica di scelta, che passa prima attraverso una fase di analisi strutturata della patrimonialità e degli impegni del mio interlocutore.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...